Linee di indirizzo

I punti chiave del nostro programma e le linee del nostro pensiero.
Scarica il pdf


COMUNICAZIONE CON I CITTADINI E PARTECIPAZIONE
  • Coinvolgere la comunità nelle decisioni amministrative attraverso incontri e occasioni di confronto;
  • FATTO ;)
  • Informare il cittadino mediante un periodico comunale, disponibile anche sul sito internet del comune, e tramite social network.
  • FATTO ;)

COMUNE IMPRENDITORE
  • Attivare corsi di formazione per i giovani finalizzati a creare nuovi imprenditori, coinvolgendo altre istituzioni come, per esempio, l’Università;
  • Attrarre le imprese mettendo in luce le opportunità che offre il nostro territorio (agricoltura, zona artigianale - commerciale), costituendo “rete” con altre realtà limitrofe, al fine di potenziarne la competitività;
  • Stimolare le attività imprenditoriali alla realizzazione di impianti di produzione di energia (elettricità, calorie e frigorie) mediante fonti rinnovabili, organizzando incontri mirati con esperti del settore;
  • Incentivare il risparmio energetico sia pubblico che privato;
  • Estendere la "banda larga" a tutto il comune.

DESTINAZIONE DELLE RISORSE
  • Utilizzare con oculatezza le risorse economiche disponibili, individuando priorità e necessità della nostra comunità sulla base di un doveroso principio di realtà;
  • Valorizzare le professionalità e le competenze interne, dedicando un ufficio esistente al reperimento diretto di fondi nazionali e comunitari, di tipo strutturale e settoriale, per la realizzazione di progetti mirati;
  • Incentivare l’aggregazione tra comuni contigui.


STRUTTURE ED INFRASTRUTTURE PUBBLICHE
  • Portare a termine l’intervento di accorpamento della scuola primaria e secondaria a suo tempo avviato dall’amministrazione sostenuta dalla Lista civica Insieme;
  • Riutilizzarel’edificio delle scuole elementari come biblioteca comunale,sale civiche e giardino pubblico (con giochi per i bambini); conseguente sospensione del progetto di ristrutturazione dell’ex Municipio, compreso nell’elenco annuale dei Lavori pubblici 2013 adottato dall’amministrazione uscente, con previsione di spesa complessiva pari a € 1.362.500 del tutto sproporzionata rispetto alle nostre esigenze, stornandone i fondi per la realizzazione di altre necessarie opere (la destinazione dell’ex municipio sarà oggetto di pubblico dibattito);
  • Ripristinare la funzione originaria del “Cubo” di Flambro come sala polifunzionale, una volta spostata la biblioteca, apportandovi le necessarie sistemazioni (isolamento, impiantistica);
  • Riqualificare con interventi adeguati: la piazza centrale di Flambro inquanto la comunità deve riappropriarsi dello spazio pubblico che le appartiene e che, attualmente, è adibito alla sola viabilità; la piazzetta Valussi di Talmassons, attorno alla quale, negli ultimi anni, sono sorte diverse attività economiche che, come tali, richiedono decoro e funzionalità;
  • Intervenire nella piazza di Talmassons con alcuni accorgimenti finalizzati a migliorarne la fruibilità;
  • Completare i collegamenti pedonal/ciclabili fra le diverse frazioni che costituiscono ormai un tutto continuo, con interventi finalizzati alla sicurezza degli utenti.

AMBIENTE, ATTIVITÀ PRODUTTIVE E COMMERCIALI
  • Sistemare le strade interpoderali mediante possibili collaborazioni future con enti preposti;
  • Mantenere le aree verdi esistenti e gli spazi di aggregazione come il parco giochi di Flambro;
  • Valorizzare il "Biotopo attraverso la partecipazione di soggetti privati e pubblici, gestendo l’intero ambito tramite l’utilizzo di fondi regionali ed europei;
  • Promuovere le realtà artigianali e locali presenti sul nostro territorio tramite mercati periodici in collaborazione con i comuni limitrofi;
  • Adibire parte del "Mulino Braida" ad attività museale mirata alla valorizzazione della bellezza del luogo;
  • Creare itinerari naturalistici attraverso le nostre campagne;
  • Organizzare uno sportello informativo, finalizzato all’innovazione imprenditoriale e all’approccio ai mercati esteri delle aziende artigianali e commerciali presenti sul nostro territorio (attingendo a fondi nazionale e europei).

ISTRUZIONE, FAMIGLIA E GIOVANI
  • Migliorare gli Istituti scolastici del Comune, puntando su una scuola innovativa e moderna (lavagne multimediali e tablet);
  • Supportare e stimolare la scuola con progetti e attività formative, in “rete” con il territorio considerato quale risorsa educativa (biotopo e circolo astrofili);
  • Porre attenzione alle fasce più deboli offrendo un sostegno alle famiglie in difficoltà socio-economiche;
  • Promuovere una formazione continua e permanente in collaborazione con l’Università della Terza età, con l’ERT e attraverso uscite culturali;
  • Creare e stimolare un centro di riferimento e aggregazione giovanile;
  • Istituire un “Consiglio comunale dei Giovani” e un punto “Informagiovani”;
  • Promuovere lo scambio culturale/linguistico ed il Servizio Civile Nazionale;
  • Valorizzare e incentivare le attività svolte in parrocchie e oratori, in quanto finalizzate alla crescita della persona e al suo inserimento nella comunità di appartenenza.


ASSOCIAZIONI, SPORT E SALUTE
  • Sostenere le attività svolte dalle varie associazioni, favorendone la sinergia con altre realtà presenti sul territorio, per potenziarne le finalità socio-educative;
  • Stimolare l’attività fisica orientando le persone verso stili di vita sani, tenendo conto delle opportunità che offre il patrimonio naturalistico del nostro territorio;
  • Favorire l’impiego di prodotti provenienti dal nostro territorio per il servizio di refezione scolastica, in accordo con gli enti preposti al controllo della profilassi (merenda/mensa sana e a km 0).

CITTADINI STRANIERI
  • Promuovere progetti intercomunali di partecipazione e integrazione dei cittadini stranieri (Intercultura - Corsi di italiano) che, attraverso la conoscenza reciproca e il dialogo, mirino a rafforzare la coesione sociale;
  • Costruire un’idea di convivenza nella quale la differenza sia considerata un arricchimento per la comunità di appartenenza;
  • Incentivare forme di rappresentanza di carattere sociale, politico, affinché gli stranieri divengano parte attiva e nella costruzione della comunità.

CITTADINI ANZIANI E DISABILI
  • Potenziare e integrare le politiche a sostegno degli anziani con Centro Multiservizi, Centro Diurno, da collocare presso l’ex scuola elementare di Flumignano, Servizio di teleassistenza e telesoccorso patrocinato dalla Regione;
  • Lavorare con la Protezione civile per progetti di "trasporto sociale";
  • Collaborare con ASS 4 Medio Friuli per inserire un’infermiera di comunità anche nel nostro territorio e avviare il progetto “A casa con sostegno” per nuclei con famigliari diversamente abili;
  • Attivare la “banca del tempo” come luogo di solidarietà sociale che si manifesta attraverso lo scambio di saperi e abilità, sulla base di un’economia solidale che utilizza, come unità di misura, il tempo.